Deruta, città d’arte e la piazza senza parte!

Sempre caro mi fu quest’ermo colle,
d’una luminosa città d’arte che con tal nome fu data una parte.
Qual’anima avia il valor di simile onor,
ma fu scelto con ardore un’uomo di disonore.
Mi ricordo di costui parti fiero da caput mundi alla città del moro,
ma con in tasca tanto oro.
Fu di manipulite e di conto, ma la patria non gli concesse nessuno sconto.
Caro cittadino difenditi con orgoglio da questo grande broglio;
Una piazza con tal nome in questa città D’arte, ma che ne ha di parte?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...